Azienda Agricola Poggio alle Birbe


Vai ai contenuti

La storia









LA STORIA
_____________________________________________________________________

La costruzione originaria del
Podere Poggio alle Birbe è la torre di guardia e dogana tra il Principato di Piombino (Signoria dei Ludovisi) ed il Granducato di Toscana la cui costruzione risale probabilmente al 1635. Dopo il Congresso di Vienna, 1815, il Principato di Piombino fu annesso al Granducato di Toscana, fu soppresso il confine e quindi la dogana, la torre venne abbassata e l’edificio, adibito a casa colonica, fu ampliato (1816-20).



La situazione attuale è il risultato del recupero conservativo dell’immobile effettuato nel 1996 dalla nostra famiglia di architetti. Sono stati ricavati 3 apparamenti, di cui uno abitato da noi e due (un grazioso monolocale e un bel trilocale) che affittiamo ad agriturismo. Intorno al Podere c'è un grande giardino ben attrezzato dove passare il proprio tempo in completo relax e dove ammirare gli splendidi tramonti maremmani tipicamente rossi!
Il terreno intorno al Podere, oltre 10 ettari, è stato anch'esso recuperato alla fine degli anni Novanta perchè da tempo non veniva più coltivato. Dopo varie coltivazioni, nel 1998 sono stati piantati gli olivi (1200 piante) in circa 4 ha di terreno di cultivar autoctone (Frantoiano 60%, Leccino 30%, Pendolino 5% Moraiolo e Maurino 5%).
Nel 2003 è stata impiantata la prima vigna di uve Sangiovese, Merlot e Cabernet Sauvignon (DOC Monteregio di Massa Marittima) di circa 2,6 ha. Successivamente si sono aggiunte vigne di uve Ciliegiolo, Viognier e Trebbiano in un altro ha circa.


Torna ai contenuti | Torna al menu